Quello che dovete sapere sul  GDPR e cosa può fare Retarus per voi.

Qui si accede direttamente al whitepaper

Riconoscere tempestivamente gli attacchi informatici e reagire correttamente? Garantire una prevenzione efficace contro virus, troiani e ransomware per evitare la perdita dei dati? Trasmettere i documenti in modo che siano sicuri ed inaccessibili ad occhi indiscreti di terzi non autorizzati? Organizzare gli archivi dati e consentire l’accesso ai dati di natura personale in maniera conforme al regolamento? Offrire ai consumatori opzioni semplici ed intuitive di Opt-out/Opt-in?

Sebbene i Servizi Retarus saranno conformi al GDPR al massimo entro il 25 maggio 2018, già oggi sono in grado di assistere le aziende e le autorità nell’applicare in concreto i requisiti del Regolamento Generale sulla Protezione Dati (GDPR) dell’UE.

ENTRATA IN VIGORE DEL GDPR
 25 MAGGIO 2018

Cosa bisogna sapere

In Retarus il trattamento dei dati personali avviene già sempre il sintonia con le linee guida locali in materia e soddisfa inoltre i requisiti specifici definiti, ad esempio, da HIPAA, negli Stati Uniti d’America, o dello standard PCI-DSS. I nostri centri di elaborazione Retarus sono gestiti in linea con i più rigidi standard di sicurezza e sono soggetti a rigorosi controlli interni. Retarus offre ai suoi clienti la possibilità di selezionare, per contratto, il centro per l’elaborazione dei suoi dati e di sottoporre questo ad audit.

Retarus Cloud Services: Conformità internazionale.
✓ GDPR
✓ Legge Federale Tedesca sulla Protezione Dati
✓ Direttiva UE 95/46/CE
✓ ISAE 3402
✓ HIPAA
✓ PCI-DSS

I 25 regolamenti nazionali in materia di protezione dei dati diventeranno uno solo

Fino ad oggi la protezione dei dati in Europa era regolamentata a livello nazionale, eccetto che per i requisiti minimi definiti dalla “Direttiva 95/46/CE”. Con il Regolamento Generale sulla Protezione Dati (in inglese: General Data Protection Regulation, GDPR) i paesi membri hanno trovato un accordo su un unico regolamento comune (per la protezione dei dati).

Requisiti più rigidi, pene più severe

Il GDPR consolida il diritto di base dei cittadini UE in materia di protezione dei dati. Per questo motivo il trattamento dei dati personali da parte delle aziende è soggetto a requisiti molto più rigidi e le violazioni sono punite con pene più severe. Le violazioni del GDPR saranno punite con pene pecuniarie fino a 20 milioni di euro oppure con il quattro percento del fatturato annuo globale in base a quale dei due importi è il più alto.

Determinate è il mercato e non la sede dell’azienda

Il GDPR vale per tutte le aziende che gestiscono, raccolgono, cancellano, utilizzano o elaborano dati personali di cittadini dell’UE, indipendentemente che si tratti di officine, gruppi indistruali oppure autorità con sedi a Berlino, Istanbul o Shanghai. Determinante per l’applicazione del GDPR non è la sede dell’azienda bensì il mercato in cui opera.

Cioè che dovete sapere sul GDPR e cosa può fare per voi Retarus.

Richiedete adesso il whitepaper di Retarus:

Choose your country or region.